Articoli - ScienTiamo

Animated textheadlineswords

Animated textheadlineswords

Animated textheadlineswords

Vai ai contenuti

Evento: "Gli obiettivi dell'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile"

ScienTiamo
Pubblicato da in Eventi e Festival · 14 Dicembre 2018
BARI, 14 dicembre 2018 - L'incontro dal titolo "Gli obiettivi dell'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile" si è tenuto ieri presso il Centro Polifunzionale Studenti ed ha visto protagoniste diverse figure centrali nell'ambito universitario, scolastico e del volontariato. Centrale in questo dialogo multidisciplinare è stato il tema del "rispetto", quanto mai attuale. Si percepisce ancora forte la necessità di educare al rispetto, sia in ambito scolastico che universitario, creando occasioni di riflessione comune tra studenti e docenti, al fine di camminare lungo percorsi comuni di sensibilizzazione.


Il "rispetto per l'Altro" può essere variamente declinato, in termini di "rispetto per i miei pari", con evidente riferimento ai temi del cyberbullismo o della parità di genere, ma anche in termini di "rispetto per ciò che mi circonda", e quindi in relazione al patrimonio naturale da conservare e proteggere. Da questo emerge una visione globale di "rispetto" che impregna tutti i 17 Goals dell'Agenda 2030, come sottolineato dalla Dottoressa Calvano. L'Agenda, elaborata nel 2015 dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, individua  17 obiettivi da raggiungere entro il 2030, che richiedono un'evidente attenzione al "rispetto dell'Altro", tanto in senso ambientale quanto sociale. E' evidente, infatti, che lo Sviluppo Sostenibile, promosso da questa Agenda, può essere perseguito solo in un'ottica di interconnessione tra i diversi settori: non parliamo di comportamenti sostenibili (es. non comprare bottiglie di plastica), ma di un orientamento sociale ed economico volto al rispetto del prossimo, comprese le future generazioni.


Il Goal 4 è incentrato sull'"Istruzione di Qualità": l'istruzione deve essere il mezzo attraverso cui sviluppare un'intelligenza rispettosa, spiega la Prof.ssa Lotito, Dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale dell’Ambito Territoriale di Bari, BAT e Brindisi. I saperi e le competenze, acquisiti a scuola, devono essere lo sfondo per elaborare un lungo percorso di educazione al rispetto delle diversità e dell'ambiente.

In questo contesto si inserisce il Bando "Educare al rispetto" promosso dal Distretto 210 Inner Wheel Italia. Come spiegato dalla Professoressa Tateo, il bando è rivolto alle Scuole Secondarie di primo grado e per il biennio delle Scuole Secondarie di secondo grado e ha come obiettivo ultimo la sensibilizzazione dei ragazzi al rispetto, in tutte le sue sfaccettature. Gli studenti saranno, quindi, coinvolti nella realizzazione di un elaborato (nel bando sono evidenziate diverse categorie tra disegno, brani musicali, composizione scritta) che meglio rappresenti un aspetto propositivo legato al tema del rispetto.

Questo incontro, spiega il Pro Rettore Prof. Pirlo, è stato occasione per affrontare il tema del "rispetto" sociale ed ambientale, all'interno di un contesto, quello universitario, che diventa ponte di collegamento con le scuole e, dunque, punto di riferimento per i giovani, interessati alla sostenibilità, grazie anche all'impego del CEA (Centro di Educazione Ambientale).







Per contatti e collaborazioni: scientiamo@gmail.com
Per contatti e collaborazioni:
scientiamo@libero.it
Per contatti e collaborazioni:
scientiamo@libero.it
Torna ai contenuti