Articoli - ScienTiamo

Animated textheadlineswords

Animated textheadlineswords

Animated textheadlineswords

Vai ai contenuti

Il Festival del giornalismo alimentare all'insegna del buon gusto!

ScienTiamo
Si  è conclusa lo scorso sabato, 23 febbraio 2019, la quarta edizione del 'Festival del giornalismo alimentare', un momento di formazione ed informazione legato al mondo del cibo. Nelle sale del Centro congressi della Camera di commercio di Torino, numerosi sono stati i protagonisti che si sono confrontati sulle tematiche più variegate, legate al mondo del food. Non solo giornalisti, dunque, ma professionisti e semplici amanti dell'agrifood hanno avuto la possibilità di dialogare sulla sicurezza alimentare, la promozione del turismo enogastronomico, l'importanza di una produzione sostenibile, sia dal punto di vista sociale che ecologico.



Tematiche quanto mai attuali, dunque, quali quella del benessere animale, che ha visto esponenti del settore confrontarsi per comprendere al meglio quali siano i parametri scientifici da tenere in considerazione, secondo i trattati europei, in riferimento agli aspetti sanitari, produttivi e socioculturali del benessere animale. D'altronde, è evidente che un maggior benessere comporti un minore stress per l'animale, un minor rischio di patologie e conseguenti trattamenti, a fronte di una maggiore produttività e qualità, come sottolineato dal Dott. Griglio, medico veterinario, Direttore di Struttura Complessa Ispezione e Controllo degli Alimenti della ASL di Chieri (TO).



Altro tema fondamentale sviluppato è stato quello relativo al pesce di allevamento, spesso erroneamente considerato "peggiore" a causa di mangimi inadeguati e "poco salutari". Una tavola rotonda, tenutasi nella giornata di venerdì, ha infatti permesso di smentire alcuni luoghi comuni e fake news a riguardo, favorendo un confronto con personalità di spicco, nazionali come il Prof. Saroglia dell'Università dell'Insubria, ed internazionali, come il Prof. Lock dell'Università di Bergen.
Di rilievo anche l'intervento sulle microplastiche della Dott.ssa Sherri Mason, colei che per prima nel 2017 aveva posto l'attenzione sull'inquinamento causato da microplastiche nelle acque potabili e nelle acque minerali.



Quello che è emerso maggiormente all'interno del Festival, tuttavia, è che il mondo del food interessa gli ambiti più vari e rappresenta un tesoro enorme per il nostro Paese. Intorno ad una tavola, il cibo unisce. Si uniscono i colori, si uniscono i sapori e si uniscono le persone. In un mondo sempre più disequilibrato, gli alimenti possono essere un ponte, un elemento di unione fra culture, fra popoli, fra individui. Questo non signfica annullare le proprie tradizioni, ma al contrario valorizzarle il più possibile, affichè ognuno possa rendersi manifesto di esse e trasmetterle alle future generazioni, quale proprio bagaglio culturale. Occasione unica, pertanto, questo Festival per comprendere al meglio come comunicare al mondo il Nostro patrimonio, al fine di proteggerlo e diffonderlo.



Se non siete riusciti a partecipare a questo Festival, segnatevi le date della prossima edizione:
20-21-22-23 Febbraio 2020!





Per contatti e collaborazioni: scientiamo@gmail.com
Per contatti e collaborazioni:
scientiamo@libero.it
Per contatti e collaborazioni:
scientiamo@libero.it
Torna ai contenuti